Archivi categoria: Satira

Pene d’amor perduto

trapianto-pene

Riassunto della vicenda (di cui potete leggere più dettagli qui): ventunenne si fa circoncidere, ma la situazione sfugge di mano. Un altro uomo muore, i medici gli prendono lo sbarabaus e lo attaccano a quello vivo.
Funziona: l’anno dopo la moglie è incinta.

E ora, alcuni spunti sulla notizia. Continua a leggere Pene d’amor perduto

Il vero motivo per cui la “pizza dei froci” non è una goliardata innocente

Come avrete saputo, in una pizzeria di Bari vendono una pizza al salame chiamata “pizza dei froci”.

110627526-95579a93-0756-48d7-857b-22c1a70c1a84

[Fonte: La Repubblica Bari (e mi scuso se linko La Repubblica).]

Conseguentemente, il mondo si è diviso fra una minoranza di gente che si indigna e un nutrito 95% che galoppa al grido di «E fattela, una risata!».
Il problema grosso è che la gente che si indigna non sa il perché, né non lo sa/può spiegare all’altro 95%; e così la maggioranza, ancora una volta, vince.

Ci provo io, a spiegarlo. Continua a leggere Il vero motivo per cui la “pizza dei froci” non è una goliardata innocente

Come siamo arrivati fin qui 2: un altro anno di Verso Ercole

Oggi questo blog compie il suo secondo compleanno.
L’anno scorso avevo festeggiato raccogliendo in questo post le migliori chiavi di ricerca che avevano condotto (a volte accidentalmente) i miei lettori qui; ripeto la riuscita operazione anche questa volta.

Per quest’anno ho mantenuto le stesse categorie dell’anno scorso, ma eliminando “Ti voglio bene Gender” e “Tutto quello che volevi saperi di Diego Fusaro e non hai mai osato chiedere” per una scarsità di contenuti – peraltro tutti invariati rispetto ai dodici mesi precedenti (gente che cerca i libri transgender o la pagina Wiki di Camilla Seibezzi,  o che vuole sapere con chi è fidanzato Fusaro e/o se è un massone).

Ma meno categorie non significa meno qualità: occhio soprattutto alla categoria “Perv”.
Ricordandovi che tutti gli errori di battitura sono mantenuti, vi auguro – per quanto possibile – una buona lettura!

Continua a leggere Come siamo arrivati fin qui 2: un altro anno di Verso Ercole

Formigoni, la democrazia e il televoto (e la pelle degli altri)

Ieri sera non ero a casa, ma stamattina ho scoperto che è successa una cosa strana su Italia 1, e poi una ben peggiore su Twitter.

ma logo

Continua a leggere Formigoni, la democrazia e il televoto (e la pelle degli altri)

A spasso nel tempo con la regione Veneto – Seconda puntata (feat. “Il Gender”)

Eccoci tornati alle mirabolanti avventure della Giunta Regionale del ridente Veneto (che da ridere ha ben poco).
Dopo la Festa della Famiglia Naturale®, fortunatamente di scarsissimo successo, cos’altro potevano mai fare Zaia&Co. per riavvicinarci sempre più alla calda atmosfera di fine quattordicesimo secolo?
Niente di più semplice: è stata approvato (approvata!) una mozione “anti-gender”.
Sì, dai, il gender, quella cosa lì che non esiste.

mozione gender Continua a leggere A spasso nel tempo con la regione Veneto – Seconda puntata (feat. “Il Gender”)

Come siamo arrivati fin qui: un anno di Verso Ercole

Guarda tu come passa il tempo quando ci si diverte: oggi questo blog compie un anno.
Benché a me interessi poco perfino festeggiare il mio, di compleanno, colgo l’occasione per poter fare un post che mi frullava in testa da un po’: la raccolta delle chiavi di ricerca più assurde.

Nel caso non lo sappiate, dalla pagina delle statistiche di WordPress posso sapere in che modo i lettori giungono su questo blog: se attraverso link di Facebook, di Twitter, di altre pagine… e ovviamente motori di ricerca. In quest’ultimo caso, nonostante molti risultati siano criptati, ho comunque a volte la possibilità di sapere quali parole sono state cercate per poter approdare qui.

Vediamo dunque quali sono le chiavi di ricerca più divertenti che ho trovato in questi dodici mesi, divise per categorie.
Gli errori di battitura, per rigore filologico, li ho lasciati così com’erano.

Continua a leggere Come siamo arrivati fin qui: un anno di Verso Ercole

Luigi Brugnaro e la Grande Massoneria Transgender – Terza puntata

[Prima puntata / Seconda puntata]

«Stefano, ma non potresti parlare d’altro?»
Scusate, non è colpa mia se il sindaco della città in cui vivo ha deciso di condividere con tutti i bimbi di Venezia quanto gli facciano schifo i froci. O almeno questo mi è sembrato il senso della sua dichiarazione di ieri.

dichiarazione gender

Continua a leggere Luigi Brugnaro e la Grande Massoneria Transgender – Terza puntata

Luigi Brugnaro e la Grande Massoneria Transgender

Tornano le mirabolanti avventure di X vs. l’ideologia del gender. Dopo Il Giornale e Diego Fusaro, l’altra testa di diamante a scagliarsi contro la temibile leggenda metropolitana del giiiender è nientemeno che il neosindaco di Venezia Luigi Brugnaro.

brugnaro gay Continua a leggere Luigi Brugnaro e la Grande Massoneria Transgender

Eravamo io, le sentinelle in piedi e quelli dei centri sociali

Tema

Cosa hai fatto questa domenica?

Svolgimento

Questa domenica a Mestre c’erano le Sentinelle in Piedi che manifestavano, e poi c’era la gente che manifestava contro loro che manifestavano, però lo facevano in modi diversi. Allora io ci sono andato. Continua a leggere Eravamo io, le sentinelle in piedi e quelli dei centri sociali

A spasso nel tempo con i comitati “in difesa della famiglia”

Ridendo e scherzando (letteralmente), in Commissione Giustizia si discute un testo sulle unioni civili.
Lungi da me commentare la legge in se – che al momento non conosco nel dettaglio ma solo a grandi linee –, non posso però fermarmi di fronte a quello che è successo ieri in Aula.

unioni civili choc

Continua a leggere A spasso nel tempo con i comitati “in difesa della famiglia”