“Real Mars”, di Alessandro Vietti

Dopo l’estrema soddisfazione (per usare un eufemismo) di Dimenticami Trovami Sognami, torno finalmente ad acquistare un libro di Zona 42; e con altrettanta estrema soddisfazione (di nuovo un eufemismo) recensisco oggi Real Mars, di Alessandro Vietti – romanzo fresco vincitore del Premio Italia.

Real Mars cover

Continua a leggere ““Real Mars”, di Alessandro Vietti”

Annunci

Beata innocenza – Racconto

Sembra incredibile, ma il racconto che state per leggere non solo è di fatto la prima versione di Allegato A. Allestimento generale, ma è anche uno dei miei lavori più vecchi.
Ovviamente la versione che vedete adesso è stata successivamente revisionata: ma è proprio come una gita al museo che quest’idea era nata, prima di trasformarla nel breve “documento narrativo” pubblicato un anno e mezzo fa.
Il ritorno alla versione originaria è dovuto alla mia partecipazione al concorso di Fantascienza LGBT Family Apocalips, per il quale poi Beata innocenza è giunto in finale.

Lo pubblico oggi perché non credo ci sia ricorrenza migliore della festa degli innamorati, per farlo.
Ma lo pubblico anche perché a qualcuno potrebbe interessare vedere come una stessa idea possa essere espressa in modi diametralmente opposti – a paragone, appunto, con il fratello Allegato A.

Buona lettura!

640px-rainbow_flag_and_blue_skies

Continua a leggere “Beata innocenza – Racconto”

Michele e l’aliante scomparso

Dopo l’ottimo La macchia, torno a recensire Maurizio Cometto, stavolta con il suo ultimo romanzo, finalista al Premio Odissea: Michele e l’aliante scomparso.

9788865308998-michele-e-l-aliante-scomparso

Continua a leggere “Michele e l’aliante scomparso”

“In cosa possiamo essere utili” – Racconto

Dopo anni a saltare dal telemarketing alla soddisfazione clienti, dai centralini ai sondaggi d’opinione, era inevitabile che finissi a scrivere un racconto ambientato proprio in uno di questi ameni ambienti.
Come vedete la storia è brevissima, e per questo non necessita di presentazioni: vi basti sapere, però, che è più complessa di quanto le sue poche righe potrebbero suggerire a una prima occhiata.

Il racconto è ovviamente dedicato a tutte le colleghe e colleghi che ho avuto, ho e presumibilmente avrò ancora per un po’ in quest’ambito.

Buona lettura! Continua a leggere ““In cosa possiamo essere utili” – Racconto”

“Il marziano in soffitta”, di Frederik Pohl

Ho conosciuto Frederik Pohl con un romanzo straordinario: La porta dell’infinito (qui la recensione).
La mia lenta opera di approfondimento dell’autore passa ora per la celebre antologia di suoi racconti pubblica a suo tempo da Urania in due volumi: Il tunnel sotto il mondoIl marziano in soffitta.
Per un bizzarro scherzo del destino, iniziamo dal secondo volume – ammesso e non concesso che io riesca mai a leggere il primo.

u804

Continua a leggere ““Il marziano in soffitta”, di Frederik Pohl”

“Pranzo di Natale” – Racconto (anteprima dall’antologia “Dinosauria”)

Vi presento in anteprima l’inizio del mio racconto “Pranzo di Natale”, contenuto nell’antologia Dinosauria, di cui potete avere più notizie a questo link.
Come vedete, c’è anche un’anteprima di una delle splendide illustrazioni di Marzio Mereggia.

dinosauria-copertina-illustrazione

Buona lettura!

Continua a leggere ““Pranzo di Natale” – Racconto (anteprima dall’antologia “Dinosauria”)”

“Dinosauria”, Antologia

Con questo post presento ufficialmente l’antologia Dinosauria!

dinosauria-copertina

Dinosauria nasce da un’idea di Lorenzo Crescentini, autore emiliano romagnolo (!) finalista al premio Robot e con un racconto pubblicato sul n. 78 della rivista che ha segnato il mio esordio.
Dice Lorenzo che si è svegliato una mattina con la voglia di leggere un’antologia sui dinosauri, ma si è presto reso conto che ce ne sono troppo poche.
La brillante soluzione adottata è stata farsene fare una su misura da sei autori italiani, fra cui io.

Ecco dunque qui di seguito (rigorosamente nell’ordine in cui li troverete sfogliando il libro) gli autori e i racconti di Dinosauria. Continua a leggere ““Dinosauria”, Antologia”

“Miele” – Racconto

Eccoci ad un nuovo racconto!

Stavolta abbiamo un giovane protagonista che, solo in casa, dovrà fuggire da un inaspettato incubo. Ma cos’è questa cosa che lo terrorizza inseguendolo per tutta casa e da cui non riesce a scappare?
Un incubo quasi allegorico che, per la sua vena vagamente orrorifica, non poteva non essere pubblicato proprio ad Halloween.
(No, in realtà poteva anche essere pubblicato un altro giorno, tanto io di horror non so nulla ed è successo tutto per caso. Ma il marketing è marketing.)

Il brano è classificabile come racconto breve, ma ciò non toglie che la sua lunghezza potrebbe renderne poco agevole la lettura direttamente sul blog: perciò (come già fatto per i racconti 18:23AMT) ho realizzato le versioni pdf, epub e mobi – riunite nell’archivio a questo link – perché possiate visualizzare Miele con la modalità che vi è più comoda.

Buona lettura!

miele-banner-titolo
Continua a leggere ““Miele” – Racconto”

Edogawa Ranpo, “L’inferno degli specchi” + “La belva nell’ombra”

La recensione di oggi è un po’ particolare. Riguarda infatti due delle tre uniche pubblicazioni di un autore ingiustamente ignorato in Italia: Edogawa Ranpo.

ranpo-copertine

Vediamo nel dettaglio. Continua a leggere “Edogawa Ranpo, “L’inferno degli specchi” + “La belva nell’ombra””

“The Best of Nancy Kress” – Recensione

Nancy Kress è un nome che non può essere nuovo ai lettori di questo blog: ho già recensito, infatti, il romanzo Mendicanti di Spagna, i romanzi brevi After the Fall, Before the Fall, During the Fall e Yesterday’s Kin, e l’antologia Fountain of Age.

In questo post vedremo l’ultima antologia, nella quale Nancy Kress raccoglie ciò che lei stessa considera il meglio della sua produzione: è infatti The Best of Nancy Kress, edito nel 2015.

the_best_of_nancy_kress

Di questi racconti lunghi e brevi, quattro erano già contenuti in Fountain of Age, mentre uno è quel Beggars in Spain che, ampliato, diventerà il Mendicanti di Spagna di cui sopra. Per questi cinque lavori, quindi, rimando alle recensioni già pubblicate.
A quanto mi risulta, nessuno dei seguenti racconti è stato tradotto in italiano, tranne Beggars in Spain (con titoli discutibili come Modificazione genetica e Dormire, forse sognare…) e The Flowers of Aulit Prison (I fiori della prigione di Aulit).

Andiamo dunque a vedere se e quanto sono d’accordo con l’autrice sul fatto che questo sia davvero o meno “il meglio” della sua produzione.

Continua a leggere ““The Best of Nancy Kress” – Recensione”