Siamo tutti un po’ Hitler: “Lui è tornato” – Recensione

La nazi-recensione di oggi è sul film tedesco, tratto dall’omonimo libro (che non ho letto) Lui è tornato.
Raro caso in cui la trama è essenzialmente nel titolo.

Continua a leggere “Siamo tutti un po’ Hitler: “Lui è tornato” – Recensione”
Annunci

“Love” (William Eubank, 2001) – Recensione

Dai, recensiamo un altro film che non ha visto nessuno: Love, pellicola del 2011 diretta da William Eubank, e prodotta dalla rockband Angels & Airwaves.

photo-love-space-time-2011-7

Continua a leggere ““Love” (William Eubank, 2001) – Recensione”

“Mr. Nobody” (Jaco Van Dormael, 2009) – Recensione

Era un bel po’ che non recensivo un film. Tanto vale ricominciare a farlo con qualcosa di bellissimo ma difficile: Mr. Nobody – l’incrocio fra Eternal Sunshine of the Spotless Mind e Sliding Doors, ma molto più complicato.

mr-nobody-52ecd24fe3e67
Non ho mica capito se questo è il poster ufficiale o una fanart. Scusate.

Continua a leggere ““Mr. Nobody” (Jaco Van Dormael, 2009) – Recensione”

Una stanza piena di spose: “Sherlock – The Abominable Bride”

Nel caso foste scesi adesso da Urano, Sherlock è una serie che porta le avventure di Holmes e Watson ai tempi moderni. Dopo tre stagioni di tre episodi l’una sparse nell’arco degli ultimi cinque anni, in attesa della prossima stagione del 2017 è andato in onda il 1° gennaio lo speciale The Abominble Bride, eccezionalmente in uscita nei cinema italiani il 12 e il 13 come L’abominevole sposa.

Vi metto anche il trailer in italiano, benché sentirli doppiati mi faccia sanguinare le orecchie.

La seguente recensione non contiene grandi spoiler (se non dove indicato), a meno che non si consideri tale il continuo riferimento agli eventi della terza parte della puntata.

Continua a leggere “Una stanza piena di spose: “Sherlock – The Abominable Bride””

“Il racconto dei racconti”, di Matteo Garrone

Il racconto dei racconti, praticamente, è come il Decamerone, ma con un profondo senso di disagio.

No, ok, facciamo una recensione un po’ più seria.

poster Continua a leggere ““Il racconto dei racconti”, di Matteo Garrone”

L’amore ai tempi dei feromoni: “Spring”

Oh, sì: un altro film indipendente di fantascienza che non guarderebbe nessuno se io non facessi i sottotitoli (e che probabilmente non guardarà quasi nessuno lo stesso).
Qui il trailer, poi la mia recensione.

Continua a leggere “L’amore ai tempi dei feromoni: “Spring””

“The Landing” – Sottotitoli italiani

Quanto mondo si può racchiudere in un quarto d’ora di video?
Scopritelo guardando The Landing, questo straordinario cortometraggio disponibile su Vimeo, vincitore di quasi qualsiasi premio ci fosse in palio per i cortrometraggi nel 2014.
Consiglio la visione a schermo intero e in HD. I sottotitoli ufficiali italiani (che potete attivare selezionandoli dal pulsante CC in basso a destra del player) sono stati forniti dal sottoscritto. Eh, già.

Dopo averlo visto, leggete pure qui di seguito cosa ho da dirne.

Continua a leggere ““The Landing” – Sottotitoli italiani”

“The one I love”

Avete visto Coherence e non ci avete capito niente? Provate con la versione commedia romantica: The one I love, un altro film di cui avrete i sottotitoli senza nemmeno chiederli.

TOIL_poster Continua a leggere ““The one I love””

È nato prima il gallo, ovvero: “Predestination”, dei fratelli Spierig

Ecco un altro film di cui sarà difficilissimo dire qualcosa senza raccontarlo fino alla fine, ma riuscendo comunque a incuriosire.
Ci provo.

predestination Continua a leggere “È nato prima il gallo, ovvero: “Predestination”, dei fratelli Spierig”

La Fantascienza che offende la Scienza, ovvero: “I Origins”, di Mike Cahill

I_Origins_poster

Io l’ho aspettato per più di un anno.
Ritrovarmi a vedere un film di una così tale, sconcertante mediocrità mi ha gettato in uno sconforto che non provavo dai tempi della delusione del raccapricciante The fountain di Aronofsky.
Ma andiamo per gradi.

Continua a leggere “La Fantascienza che offende la Scienza, ovvero: “I Origins”, di Mike Cahill”