The Outer Limits (serie classica): 1×13 “Tourist Attraction” – Sottotitoli

Qualcuno potrebbe ricordarsi della serie Oltre i limiti, andata in onda in Italia negli anni passati; se non per la trama, almeno per l’inquietantissima sigla.

Be’, questa altro non era che il remake della serie classica The Outer Limits, prodotta per ABC negli anni fra il ’63 e il ’65 e composta da 49 episodi divisi in due stagioni; è una serie antologica, cioè con puntate totalmente slegate una dall’altra.

01 The Galaxy Being (9-16-1963).mkv_snapshot_01.04_[2015.03.04_14.42.32]
Nella prima stagione, molti episodi sono stati scritti da Joseph Stefano, creatore della serie e noto anche per essere lo sceneggiatore di Psycho di Hitchcock. Nella seconda stagione, invece, la collaborazione con altri scrittori si espande fino ad avere un episodio scritto da Clifford Simak e ben due da Harlan Ellison.
Incredibilmente, in cinquant’anni questa serie classica non è mai andata in onda in Italia.

La mia missione è quindi di fornirvi, uno dopo l’altro, i sottotitoli di tutte le 49 puntate.

Oggi, dopo le prime dodici che potete trovare qui, ecco recensione e sottotitoli per la dodicesima puntata.

1×13 “Tourist Attraction” (“Attrazione turistica”)

Mostro acquatico

Siamo a San Blas, paese fittizio dell’America latina, attualmente governato – dopo molte rivoluzioni – dalla dittatura del generale Juan Mercurio. Vi giunge, accompagnato dalla segretaria/amante Lynn Arthur, il magnate americano John Dexter, che ha appena acquistato l’attrezzatura e il team di ricerca del biologo marino Tom Evans. Grazie a questo, sul fondale del lago Aripana, verrà fatta un’incredibile scoperta.

Puntata particolarmente complessa nella presentazione di varie storyline, ognuna con la sua tematica.
La prima è ovviamente quella riguardante le creature del lago, tutt’altro che mostruose e anzi piuttosto tenere, con quei loro occhioni enormi forse voluti dai creatori degli effetti (ottenuti comunque con un badget ridicolmente basso).
L’altro arco su cui si punta l’attenzione dello spettatore è il triangolo Dexter-Lynn-Evans, triangolo che è però ben lontano dagli standard rosa: Dexter è un freddo uomo d’affari e vede le relazioni sentimentali come contratti da stipulare con l’altra parte; Lynn Arthur, nel suo duplice rapporto professionale e umano col suo capo, si sdoppia anche fra amore e risentimento, senza alcuna volontà di tradire ma rivendicando la propria libertà; Evans, infine, elemento di disturbo suo malgrado, che nulla fa per concupire Lynn o per danneggiare Dexter, ma che finisce per mettere a dura prova quella relazione, mettendo a dura prova anche se stesso.
L’ultimo focus va ovviamente sulla questione politica. Vediamo qui una contrapposizione: da una parte un regime il cui capo è devoto al suo popolo, per il quale garantisce ogni servizio, ma dal quale non accetta nessuna critica, severamente punita; dall’altra parte, gli Stati Uniti e il sogno americano, dove la libertà di iniziativa passa anche sopra alla politica altrui, quando si tratta di inseguire la volontà di fare ricerca, di scoprire e di migliorare il mondo con le proprie scoperte. Non è difficile scorgere una rappresentazione di una dittatura proletaria (benché Mercurio assuma pose decisamente poco di sinistra) contro il libero mercato, figlia ovviamente degli anni in cui la storia è stata scritta; un’allegoria che comunque presenta anche sfumature: Mercurio è animato da sincero affetto per il suo popolo e non ha secondi fini, mentre Dexter sembra aver raggiunto il successo grazie alla freddezza che abbiamo già visto.
Curioso come, di questi tre aspetti, quello fantascientifico finisca col fungere soltanto da sfondo alle altre narrazioni.
Infine, gli attori principali sono tutti di buon calibro, e la colonna sonora presenta alcune interessanti suggestioni latine.
Dunque, episodio che, fortemente mutilato dall’impossibilità di prendere sul serio quelle creature e con forse troppe tematiche differenti a cui fare attenzione, non riesce ad essere uno dei migliori, benché abbia tutte le carte in regola per offrire spunti particolarmente interessanti.

Ecco dunque i sottotitoli, caricati come sempre sia su Opensubtitles che su Addic7ed.

Buona visione!

The Outer Limits – 1×13 “Tourist Attraction” [Opensubtitles]
The Outer Limits – 1×13 “Tourist Attraction” [Addic7ed]
Annunci

One Reply to “The Outer Limits (serie classica): 1×13 “Tourist Attraction” – Sottotitoli”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...