È che ai giovani d’oggi non gli va di lavorare – 2

Non è che di annunci di lavoro discutibili ce ne sia solo uno, in rete, eh. Vediamo cosa ci propone Subito.it.Annuncio Subito

Innanzitutto, notiamo la serietà con cui l’azienda mette le cose in chiaro:

Persone VIVE e SVEGLIE in Veneto

Capito? Quindi, per cortesia, niente zombie, niente vampiri e un no tassativo alle persone affette da narcolessia o che riversano in stato di coma. Ché qui non vi regala niente nessuno, e di gente che sta tutto il giorno a crogiolarsi nei suoi sondini naso-gastrici non ne vogliamo sentir parlare.

Selezioniamo, formiamo e diamo contributo

Guardateli, guardateli: danno contributo! Cioè, vai a lavorare per loro e questi non solo (forse) ti prendono, ma poi ti pagano!
Ma che volete di più dalla vita?

persone dai 24 ai 44 anni

Test clinici lo confermano: a 23 anni si è troppo giovani per questo lavoro; ma a 24, ah, a 24…!
È poi risaputo che gli assicuratori, il giorno del loro 46° compleanno, si dissolvano in polvere mentre la loro anima viene trascinata negli Inferi.

Possibilità di accordi ad personam

Avrei preferito la possibilità di accordi ad libitum.

Ma, dopo questi momenti di confusione, è alla fine dell’annuncio che la generosità e la serietà dell’azienda tornano agli splendori degli esordi:

Possibile assunzione dopo periodo di test valutativo

Pensate: in questo annuncio di lavoro si specifica che, alla fine, potrebbe esserci addirittura la possibilità di avere effettivamente un lavoro! Perché, che loro abbiano davvero bisogno di assumere qualcuno, dall’annuncio non si direbbe proprio.
Quanti favori vi stanno facendo: potrebbero assumervi, e dopo – ricordate l’inizio – vi darebbero addirittura un contributo (sic).

Ma che aspettate, allora? È l’occasione giusta.
Se non siete appena stati fatti ritornare dal mondo dei morti tramite rito voodoo, si intende.

Annunci

2 Replies to “È che ai giovani d’oggi non gli va di lavorare – 2”

  1. In realtà scrivono così perché cercano semplicemente polli da spennare.
    Cercano “agenti assicurativi” che diano sfogo a parentele di quarto grado, gente che non si è mai vista per anni, ma che all’improvviso può tornare utile per “fare carriera”… Più persone tu gli presenti, più loro hanno possibilità di vendere anche un cazzetto.
    Una volta dato sfogo a tutte le persone che conosci, o ti fai il porta a porta e sei davvero bravo (leggasi: stronzo che venderebbe pure la madre) oppure ti lasciano a casa.

    Ottimo blog, ti seguo!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...